pet

Che cosa c’è nelle crocchette?

Se possiedi un cane o un gatto probabilmente anche tu ti sarai chiesto almeno una volta

che cosa c’è nelle crocchette.

In realtà sul retro del sacco c’è scritto tutto quello che devi sapere per distinguere un alimento di qualità da uno
economico, basta saperla leggere!

Innanzi tutto ci deve essere scritto se è un alimento completo e quindi da solo copre i fabbisogni del nostro amico,
oppure complementare ( di solito il cibo umido oppure il riso soffiato ) e a quel punto serve integrare la sua dieta
giornaliera con altri ingredienti.

Subito dopo inizia la lista vera e propria che, come per i nostri prodotti, è scitta in ordine decrescente cioè dal-
l’ingrediente più presente fino ad arrivare a quelli presenti solo in tracce.

Ora qui è importante fare delle distinzioni perchè spesso le ditte produttrici tendono a sfruttare a proprio vantaggio
alcune diciture consentite per legge creando non poca confusione.

Ad esempio quando troviamo in prima voce carne fresca chiaramente parliamo di un alimento di prima qualità, se però
consideriamo che la stessa contiene un’alta percentuale di acqua che evapora in cottura magari nel prodotto finito
la stessa scenderebbe di posizione, al contrario se trovo scritto mais, glutine di mais e magari riso e li sommo
sicuramente i cereali salirebbero al primo posto!

In prodotti più economici potremmo trovare la dicitura ‘carni e derivati’, ma mentre nel caso di manzo o agnello
essa include muscolo,tendini e grassi ed eventualmente organi interni ( derivati ) , nel caso di pollo o tacchino
include anche le ossa che hanno un profilo nutrizionale molto più basso e sembra siano inoltre responsabili di
processi infiammatori cronici dovuti alla presenza di ossitetraciclina, un antibiotico usato negli allevamenti
intensivi.

I cereali spesso presenti apportano altre proteine e carboidrati per fornire energia, abbassano il costo formula
e se sono ben cotti e di qualità sono perfettamente digeriti da cani e gatti. A riprova di ciò recenti studi
scientifici dimostrano che alcune razze di cani hanno fino a 30 geni deputati alla digestione degli amidi contro
i 2 dei loro antenati lupi…..

Seguono poi grassi, fibre, ceneri(sali minerali), additivi e integratori e anche qui le differenze possono essere
notevoli.

In sostanza, scegliere il cibo per il nostro amico non è sempre semplice per cui in caso di problemi o dubbi
puoi rivolgerti a noi per un parere o una consulenza nutrizionale e insieme troveremo l’alimento più adatto.