browsing category: Orto/Giardino

Orto/Giardino

Perché è così importante potare le nostre piante da frutto?

La potatura delle piante da frutto viene ormai considerata una vera e propria arte,che di certo non
si può imparare dall’oggi al domani!
Infatti per raggiungere questo obiettivo c’è bisogno di curiosità, tanta pazienza e molta voglia di
imparare,con esperienze pratiche in campo.
Quindi che tu sia un “hobbista” o un “esperto potatore”,poco importa,questo articolo ha come
scopo di introdurre regole generali della potatura ordinaria, affinché tu possa accrescere e
rinforzare le tue competenze in questo settore!
La potatura è l’insieme delle pratiche aventi lo scopo di regolare mediante tagli e piegature dei
rami, l’equilibrio vegetativo e produttivo delle tue piante da frutto.
Una corretta pratica di potatura porta all’equilibrio della pianta stessa , permettendo così un
miglioramento dell’efficienza fotosintetica e un controllo più efficace dei patogeni attraverso
l’eliminazione di rami e branche attaccate, con la creazione di un microclima più idoneo, evitando
così ristagni di umidità.

Quali sono gli scopi della potatura:
1)Dare una forma alla pianta per sostenere la produzione e favorire l’illuminazione di tutte le parti
di essa, rispettando sempre il suo “Habitus Vegetativo”.
2)Mantenere la pianta sana e in produzione il più lungo possibile.
3)Accelerare la fase di allevamento della pianta in modo da favorirne l’entrata in produzione.
4)Facilitare la meccanizzazione delle operazioni per la raccolta e potatura da terra.

La potatura si può effettuare durante il periodo invernale (da Novembre a Febbraio), eseguita a
riposo vegetativo, ed è quella più conosciuta ed utilizzata.
In questo periodo la mancanza di foglie permette di vedere tutta la struttura portante della pianta e
individuare quali sono gli interventi cesori e di piegatura da attuare. Per questo, è
necessario conoscere le diverse forme delle gemme degli alberi da frutto. Le gemme
appuntite racchiudono i cosiddetti rami a legno e le future foglie, mentre da quelle arrotondate si
svilupperanno i fiori e i frutti. I tagli da effettuare sono finalizzati a mantenere la forma di
allevamento prescelta per la nostra pianta da frutto.
Le forme di allevamento si dividono in Volume (Vaso,Globo, Spindle, Fusetto) e a Spalliera
(Palmetta, Ipsilon).
Nelle Pomacee (melo,pero) è importante lasciare rami dell’anno integri,in quanto sono quelli
produttivi.
Nelle Drupacee (pesco,susino,albicocco,ciliegio) una potatura intensa e un drastico
raccorciamento dei rami può essere eseguito senza compromettere la produzione.
Inoltre viene anche la pratica della potatura verde (da Maggio a Luglio), questa ha la caratteristica
di evitare la forte risposta vegetativa, in particolar modo quando si fanno tagli drastici su branche in
produzione.

Alcune specie come Ciliegio e Albicocco è consigliato potarle in vegetazione,perché hanno
maggiori difficoltà di cicatrizzazione, solitamente questa operazione viene eseguita dopo la
fruttificazione.

Perché è necessaria la potatura?
Se le piante non vengono potate, avranno una crescita libera e irregolare,dovuta alle
caratteristiche genetiche e dell’ambiente in cui si trovano.
Queste piante, anche senza un’adeguata potatura raggiungeranno sicuramente la maturità,
producendo frutti, ma di qualità e pezzatura inferiore rispetto alle aspettative!
Inoltre avremo un invecchiamento veloce della pianta e una maggiore probabilità di contrarre
malattie da insetti e funghi.
Per questo motivo è bene avere in mente tutte queste considerazioni,ed ascoltare consigli da
esperti nel settore, prima di compromettere con un semplice “taglio sbagliato”,l’intero ciclo
produttivo delle nostre piante da frutto.

Per.Agr. Davide Severini

Read More